Narrativa straniera e Frontiere

Alexia Caizzi

Andrea Canobbio

Grazia Giua

Il mondo immaginato e raccontato dai più grandi scrittori del mondo.

Da Philip Roth a Murakami Haruki, da Chimamanda Ngozi Adichie a Don DeLillo, da Sally Rooney a Jonathan Franzen, da Elizabeth Strout a Paul Auster, passando per Ian McEwan, Julian Barnes, Delphine de Vigan, Javier Marias, Marilynne Robinson, Rachel Kushner, Hisham Matar, Abraham B. Yehoshua, i premi Nobel Kazuo Ishiguro, Alice Munro, Mario Vargas Llosa, Patrick Modiano, Orhan Pamuk e tanti altri.

«Frontiere» è la collana delle storie vere che diventano letteratura. Libri ibridi, indefinibili, in cui gli strumenti della narrazione sono usati per il racconto del reale, in tutti i suoi aspetti. Veri e propri libri di frontiera. Tra gli autori pubblicati in questa collana ricordiamo Benedetta Tobagi, Melania Mazzucco, Nadia Fusini, Corrado Augias, Robert Macfarlane, Helen Macdonald, Atul Gawande, Enzo Bianchi, Massimo Recalcati, Laura Imai Messina, Marco Belpoliti, Suketu Mehta…

Rachel Kushner
18 Dicembre 2019

Il western esistenziale di Cormac McCarthy

Pochi altri autori hanno caratterizzato il “secolo americano” più di Cormac McCarthy: in questo testo inedito Rachel Kushner, autrice di Mars Room e tra le più importanti della sua generazione, ci regala una lettura sorprendente della Trilogia della frontiera.

Leggi di più
Jonas Hassen Khemiri
13 Dicembre 2019

The final countdown

Ci sono canzoni che restano in testa per sempre, come certe conversazioni fatte da bambini. Ci sono sogni d’Europa fatti ascoltando gli Europe. Un racconto inedito di Jonas Hassen Khemiri.

Leggi di più
Enrico Ganni
21 Novembre 2019

Ach Claudio

Il 6 novembre è mancato Claudio Groff, uno dei maggiori traduttori dal tedesco: sue sono le versioni, per limitarsi alla lunga collaborazione con Einaudi, di alcuni dei libri di Grass, Brecht, Jelinek, Enzensberger e molti altri. Lo ricorda qui l’editor e amico Enrico Ganni.

Leggi di più
Marco Filoni
5 Marzo 2019

I cavalieri dell’Ordine degli scaffali

Poche cose sfiorano la vertigine metafisica più del mettere in ordine una collezione di libri. Si dia pace Marie Kondo: se c’è da riordinare una biblioteca è meglio rivolgersi a Benjamin, Eco, Manguel e agli altri cavalieri dell’«Ordine degli scaffali».

Leggi di più
Giovanna Scocchera
18 Gennaio 2019

Un apparente ossimoro

È possibile dare della traduzione una definizione univoca e, quindi, considerarla come un’entità compatta, un monolite, o è piuttosto «un insieme proteiforme e mutevole di corpi vivi?»

Leggi di più
Lina Bolzoni
7 Gennaio 2019

Una biblioteca è un’autobiografia

«Se ogni biblioteca è autobiografica, imballarla è un po’ come redigere il necrologio di se stessi», scrive Alberto Manguel. E ne ha avuta piena consapevolezza quando, a causa di un trasloco, è stato costretto a «ridimensionare» la sua biblioteca personale di oltre 35.000 volumi: la recensione è di Lina Bolzoni.

Leggi di più

Caricamento più articoli

Non ci sono più articoli

ops, è accadauto qualcosa.